IMPIANTI DENTALI E CHIRURGIA ORALE

L’implantologia è quel settore della medicina dentale che si occupa di sostituire le radici dentarie mancanti con strutture cilindriche in titanio. Queste vengono posizionate chirurgicamente per essere utilizzate come radici dentarie artificiali che sostengono protesi dentali come le corone, ponti e dentiere.
Tutte le persone con uno più denti mancanti possono valutare gli impianti dentali e venire qui da noi per una prima visita gratuita.

Non aspettare, i nostri specialisti valuteranno ciò che è meglio per voi.

Cosa sono gli impianti dentali?

Qualche tempo fa la perdita dei denti imponeva l’uomo di portare una protesi rimovibile parziale o totale, che era scomoda e spesso problematica.
Oggi il tema su impianti dentali è molto discusso. Forse senti diverse novità su questo tema, e stai pensando se farai bene impiantarti i denti o no.
Si, farai bene.
Gli impianti dentali sono dei perni di titanio che vengono posizionati chirurgicamente nell’osso mascellare sotto le gengive nei casi di mancanza dei denti naturali. Il titanio è un materiale biocompatibile ben tollerato e accettato dall’organismo umano . Il titanio ha inoltre dimostrato di aderire perfettamente all’osso, riducendo reazioni allergiche e infiammatorie di ogni tipo.
Gli impianti fusi all’osso mascellare hanno lo scopo di dare un supporto stabile ai denti artificiali in ceramica che hanno un aspetto naturale.

L’impianto dentale consta di tre parti principali:

  • la vite endossea (o fixture)
  • l’ abutment (o componente transmucosa)
  • la protesi dentaria (o corona artificiale)

La vite endossea è l’elemento dell’impianto dentale cilindrico e filettato che, a seguito del suo inserimento nell’osso mandibolare o mascellare, subirà il processo di osteointegrazione, ossia il processo di integrazione nel tessuto osseo. In un dente normale, la vite endossea equivale sostanzialmente alla radice.

L’abutment è l’elemento dell’impianto dentale che connette la vite endossea alla protesi dentaria. Dopo l’inserimento dell’impianto dentale, rappresenta la porzione a stretto contatto con la mucosa gengivale; ciò spiega per quale motivo prende anche il nome alternativo di componente transmucosa.

La protesi dentaria è ciò che sostituisce il o i denti mancanti o estratti. Di fatto, è la parte esterna dell’impianto dentale, che ha il compito di coprire la zona priva di denti. Essa non solo sostituisce il dente ma nel suo aspetto è uguale agli altri denti. Il materiale più utilizzato è lo zirconio. Esso dona un effetto naturale in ogni tipo di illuminazione ambientale, biocompatibilità (non causa dunque alcun tipo di allergia) e resistenza. Questo materiale viene posizionato all’interno della corona, mentre la parte esterna è rivestita in ceramica. Le corone in zirconio sono più leggere di quelle in metallo ceramica, ma risultano più resistenti. Esse inoltre limitano l’adesione della placca batterica.

I clienti dopo il trattamento sorridono con fiducia.