PROTESI MOBILE

Protesi dentali mobili: cosa sono?

La soluzione ideale ai problemi di edentulia, ovvero la mancanza di denti parziale o totale, è indubbiamente rappresentata dalla riabilitazione implantologica, che offre i migliori risultati in termini di funzionalità masticatoria, stabilità e resa estetica.
Tuttavia, ancora oggi, non tutti possono averne accesso, sia per condizioni fisiche locali o generali inadeguate, sia per l’impossibilità di affrontare l’onere economico.

In base alle particolari condizioni del paziente edentulo esistono diverse opzioni riabilitative.

  • protesi parziali rimovibili sostenute da tessuto
  • ponti sostenuti da denti
  • denti sostenuti da impianti

Le protesi dentali mobili sono le cosiddette “dentiere”. Esse rappresentano la soluzione più economica per la riabilitazione dei pazienti che hanno perso molti denti.
Il portatore può rimuoverla dalla bocca autonomamente per la pulizia quotidiana.
La protesi mobile può sostituire un’intera arcata (protesi totale) o parte di essa (protesi parziale):

totale: in mancanza di denti o radici naturali residui, la protesi totale in resina (dentiera) sostituisce una o entrambe le arcate dentarie poggiando unicamente sulle mucose e sull’osso del paziente. Sono fatte esclusivamente in resina.
parziale: ancorata per mezzo di ganci ai denti naturali residui o di attacchi ad elementi naturali (denti) o artificiali (impianti), è solitamente formata da una struttura metallica da cui prende il nome di scheletrato. Le protesi parziali possono essere in resina o wiron, con la base di metallo.

Protesi scheletrata – wiron protesi

La protesi classica scheletrata è una protesi acrilica mobile con base in metallo. Si usa come soluzione permanente per le mascelle parzialmente edentule (senza denti) quando la situazione nella cavità orale non permette altre tipologie di riabilitazione protesica. L’adesione si realizza usando degli attacchi in metallo che circondano in modo preciso il dente pilastro e in questo maniera trasferiscono la pressione masticatoria sul dente e sull’osso.

Quando utilizzare la protesi mobile ?

  • Motivi anatomici e strutturali

Quando il dentista si trova davanti ad una situazione in cui non è possibile ancorare la protesi a denti naturali che facciano da pilastro per un ponte dentale o non si vogliono limare gli elementi dentali poiché sani ed, inoltre, non ci siano le condizioni necessarie e sufficienti per inserire degli impianti dentali, allora la protesi mobile rappresenta l’unica soluzione per ripristinare sia la masticazione che l’estetica del paziente.

  • Contingenza

In quei casi in cui si è proceduto al collocamento degli impianti dentali ma non è stato possibile effettuare il carico immediato poiché è necessario attendere il periodo di osteointegrazione, la protesi mobile è l’unico sistema protesico temporaneo per non rimanere completamente senza denti.

  • Motivi economici

I motivi economici, soprattutto in questi periodi di crisi, sono il deterrente principale che porta molte persone a scegliere, anche momentaneamente, sistemi protesici meno costosi in attesa di tempi migliori.

  • Terrore per interventi chirurgici

Il terrore per tutto ciò che riguarda il sottoporsi ad interventi chirurgici di qualunque natura porta i pazienti a scegliere il sistema protesico.

Il mio aspetto cambierà con la protesi mobile?

Una protesi mobile correttamente eseguita non solo non deve alterare in modo negativo l’aspetto di un paziente, al contrario fornendo un sostegno a labbra e guance può e deve dare al viso un aspetto più giovanile migliorare il sorriso ed il profilo.

Protesi mobile: sì o no?

Il vantaggio delle protesi mobili è sicuramente il loro prezzo accettabile e la semplicità di preparazione, mentre il principale svantaggio rispetto alla soluzione fissa e semifissa, è l’ulteriore deterioramento delle ossa nella mascella. Un altro problema è la mancanza di elementi per cui la protesi può fissarsi almeno un poco, il che aumenta la sua instabilità.

Prenditi cura della tua protesi. Ecco alcuni pratici consigli:

  • Pulire e risciacquare. Come i denti naturali, le protesi devono essere spazzolate tutti i giorni per rimuovere il cibo e la placca. Spazzolare aiuta anche a prevenire lo sviluppo di macchie permanenti . Evitare di utilizzare setole troppo dure, in quanto potrebbero danneggiare la protesi. Spazzolare delicatamente tutte le superfici e fare attenzione a non danneggiare la plastica. E’ fondamentale, sciacquare la dentiera dopo ogni pasto.
  • Pulire con un detergente specifico per dentiere. Il sapone per le mani o il detersivo per piatti delicato può essere usato per la pulizia delle protesi dentarie. Tuttavia, detergenti per la casa e molti dentifrici possono essere troppo abrasivi  e non devono essere utilizzati. Inoltre, evitare l’uso di candeggina. Pulitori ad ultrasuoni possono essere usati con tranquillità.

Non dimenticare! Il sorriso che cede all’attacco del tempo, dei traumi, della parodontite è un sorriso da proteggere e ripristinare. Se la protesi mobile ti mette a disagio, esistono diverse soluzioni da valutare, come la tecnica All-on-four, gli impianti zigomatici, ma anche mini-impianti per un solo dente. Noi siamo qui per aiutarti e trovare la soluzione migliore che fa per te.

Prenditi cura del tuo sorriso, non aspettare e chiamaci subito per un preventivo!

servizi_protesimobile_01